ConsUmorismo


img_05_big
 
 

Newsletter

Loading...Loading...


Polidream > Monitoraggio servizi pubblici > COMUNE DI BERNALDA: NEWS OSSERVATORIO

COMUNE DI BERNALDA: NEWS OSSERVATORIO

La Polidream Assoutenti nell’ambito del progetto “Qualità dei Servizi Pubblici, protocolli di intesa con gli enti erogatori legge 244/2007”, finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico-  Programma Generale di Intervento “La Basilicata il cibo e la qualità dei servizi per la tutela del consumatore”, ha analizzato 2 servizi pubblici erogati nel Comune di Bernalda: smaltimento rifiuti e refezione scolastica.

Obiettivo del progetto: migliorare la qualità dei servizi pubblici attraverso l’applicazione di una norma che prevede il coinvolgimento delle associazioni dei consumatori  e degli stessi utenti. Una norma insomma che dà voce a chi i servizi li utilizza e li paga.

 Una prima lettera di informazione del progetto è stata inviata al Sindaco di Bernalda, agli Assessori e ai dirigenti dei settori coinvolti, ai quali si chiedeva copia dei bandi, dei capitolati e delle Carte dei servizi delle aziende appaltatrici: la “Teknoservice” per il servizio di smaltimento rifiuti e la “Slem Srl” per la refezione scolastica.

Al Sindaco del Comune di BERNALDA

Agli Assessori/Dirigenti di Settore (mensa scolastica, smaltimento rifiuti, ecc. )

Oggetto: Osservatorio Carta dei Servizi Pubblici di Qualità per inserimento Legge 244/2007 Art. 2 comma 461

In riferimento all’Intervento “Qualità dei servizi elargiti, protocolli di intesa con gli enti erogatori legge N.244/2007” MAP 7 Basilicata, finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico e promosso dalla Regione Basilicata, con particolare attenzione agli standard qualitativi dei servizi pubblici locali, la Polidream Unione Consumatori federata Assoutenti e la Federconsumatori Basilicata

PREMESSO CHE

 

  • ad oggi nessun Bando di riferimento ai servizi pubblici erogati in questo Comune ha inserito la Legge 244/2007 – Art. 2 comma 461;
  • ad oggi nessuna Carta dei servizi della Qualità è stata redatta con le associazioni dei consumatori, nonché le modalità per proporre reclamo e adire le vie conciliative;
  • ad oggi non è stato avviato nessun tavolo di concertazione tra le parti coinvolte dagli stessi servizi pubblici (dirigenti di settore, aziende erogatrici il servizio e associazioni dei consumatori), per meglio definire i tempi e le modalità di attuazione del monitoraggio previsto dalla normativa;
  • non è stato fissato l’indennizzo automatico per la violazione degli standard;
  • non è stata garantita nella programmazione della spesa per i servizi pubblici, nei capitolati di gara e nei contratti di servizio,la copertura degli oneri connessi alle attività di cui alle lettere b),c) e d) dell’art. 2 c. 461, della Legge 244/2007;
  • Le presenti Associazioni si impegnano ad elaborare con la pubblica amministrazione le “Linee guida per la stesura e l’approvazione delle Carte dei servizi di Qualità” revisionate dalle presenti associazioni, da offrire alle aziende erogatrici mediante i bandi di gara, formulate anche in considerazione delle diverse specificità dei territori e delle diverse esigenze dei cittadini residenti;

CHIEDONO

agli assessori/dirigenti di settore dei diversi servizi pubblici l’applicazione della suddetta normativa nei bandi di gara in corso e nei successivi, nonché copia delle Carte dei servizi delle diverse aziende appaltatrici, al fine di poterle analizzare e integrare.

I risultati di tale studio saranno inseriti nella Banca dati dell’Osservatorio “Carta dei servizi pubblici di Qualità” e pubblicati sui siti delle rispettive Associazioni, nonché sul sito della Regione Basilicata.

E’ possibile inviare la suddetta documentazione richiesta via mail ai seguenti indirizzi:

info@polidream.orgpolidream@messaggipec.it

federconsumatoribasilicata@gmail.comfederconsumatoribasilicata@pec.basilicatanet.it

In attesa di un Vs. riscontro, porgiamo distinti saluti.

Il  Presidente Polidream Assoutenti – Angela Mannarini

Il Presidente Federconsumatori – Rocco Ligrani

 

L’analisi ha messo in evidenza il mancato inserimento della Legge 244/2007 nei nuovi bandi di gara in corso e nei contratti di servizio in itinere, che ha comportato la non adozione della procedura di conciliazione, con l’istituzione di una commissione conciliativa, la non adozione delle Carte dei Servizi, come da Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri 27 gennaio 1994 “Princìpi sull’erogazione dei servizi pubblici”, con i relativi standard di qualità, condivisa con le associazioni dei consumatori.

In sostanza si evidenzia la mancata concertazione con le associazioni dei consumatori, così come disposto dall’art. 101 del Codice del Consumo (D.L. 206/05), dall’ art. 2 comma 461 L. 244/07 .

 

Qui di seguito i dati degli atti dirigenziali dei bandi e dei capitolati richiesti:

 

°  Attività Osservatorio Comune di Bernalda

Ufficio Comune Servizio di refezione scolastica: tel. 0835/540246/540205  Dott. Barberino

Mail: giuseppe.barberino@comune.bernalda.matera.it

 

Bando mensa determina n.246 / 11 ottobre 2013, prorogato per tutto il 2018

Affidamento del servizio di mensa scolastica per gli alunni delle scuole

dell’infanzia e  primaria.

 

Azienda erogatrice del servizio: Slem S.r.l.

Carta Servizi non presente sul sito www.ristorazionecollettiva.net

Ufficio Azienda tel. 081.5322252/  fax 081.808.35.20 – Dott. Ruocco

Mail: info@slemsrl.it

 

Servizio smaltimento rifiuti

Ufficio Comune servizio rifiuti: tel. 0835/540240 – Resp. Dott. Gaudiano

Azienda erogatrice del servizio: Teknoservice

Carta Servizi non presente sul sito www.teknoserviceitalia.com

 

Raccolta Differenziata – Comune di Bernalda

“Come più volte preannunciato, sono in arrivo grandi novità nel Comune di Bernalda sul fronte della raccolta dei rifiuti solidi urbani. In data 29 febbraio 2016 il sindaco Domenico Tataranno ha firmato un’ordinanza che dispone l’affidamento temporaneo dei servizi di igiene urbana alla ditta TeknoService s.r.l.

Tale procedura di urgenza si è resa necessaria a seguito dell’esito negativo dell’iter di gara avviato all’indomani della rescissione anticipata del contratto tra il Comune di Bernalda e la ditta Tradeco, responsabile di reiterate e gravi inadempienze. L’affidamento è da intendersi come transitorio in quanto Bernalda ha sottoscritto, in data 4 dicembre 2015, una convenzione con Matera (comune capofila), Irsina e Tricarico finalizzata alla costituzione del Sub-Ambito 1 per la gestione associata del servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani. In attesa, dunque, che venga ripristinata l’ordinarietà del servizio integrato di igiene urbana con unico affidamento da parte del Sub-Ambito 1, è stato necessario emanare tale ordinanza sindacale al fine di garantire l’espletamento del servizio.

L’operatore economico individuato è stato l’unico che ha formalmente rappresentato la propria disponibilità ad eseguire i servizi richiesti nei tempi indicati. Pertanto dal 1 marzo la TeknoService attiverà le procedure che porteranno in tempi rapidissimi ad un sistema di raccolta differenziata porta a porta su tutto il territorio comunale. Saranno quindi rimossi tutti i cassonetti stradali dedicati alla raccolta di rifiuti che, solo per una breve fase di transizione, saranno sostituiti da nuovi contenitori. Questo comporterà il ritiro della vecchia ordinanza che disponeva tempi e modalità per il conferimento dei rifiuti e l’emanazione di nuove disposizioni a cui i cittadini dovranno attenersi.

Naturalmente questo sarà possibile grazie anche alle maggiori garanzie che la nuova ditta ci offre rispetto al passato, ovvero: l’aggiunta di personale e il potenziamento della flotta mezzi in vista della fluttuazione turistica nel periodo estivo e due unità in più a carico della ditta per le necessarie attività di vigilanza e informazione.

Per quanto concerne lo spazzamento stradale si prevede, in base alla tipologia, alla densità abitativa e al traffico, l’utilizzo di due modelli di intervento, la pulizia meccanizzata e manuale, con una particolare attenzione al centro storico. Verranno, inoltre, collocati sul territorio, soprattutto nelle zone caratterizzate da flussi pedonali, dei cestini per piccoli rifiuti e dei posacenere stradali per i mozziconi delle sigarette.

Il progetto operativo della TeknoService, in linea con gli obiettivi dell’Amministrazione Tataranno, è finalizzato a perseguire risultati sempre migliori di raccolta differenziata attraverso la partecipazione efficace dei cittadini la cui condotta è indispensabile per giungere al miglioramento della qualità e della quantità dei rifiuti raccolti. Come il sindaco sosteneva nel corso dell’ultimo incontro pubblico sul tema, infatti, ogni cittadino di Bernalda e Metaponto deve sentire su di sé la responsabilità ed il peso della questione rifiuti poiché solo se ognuno darà il proprio fattivo contributo potremo dire di aver raggiunto gli obiettivi che ci prefiggiamo: pulizia, igiene e decoro per la nostra città e raggiungimento di elevate percentuali di raccolta differenziata.

Sul sito del Comune è presente un’area dedicata alla Teknoservice, ma non vi è il richiamo della Carta dei Servizi; un’area dedicata al servizio di refezione scolastica, utile solo alla registrazione on-line dell’utente per il pagamento del servizio, ma non vi è traccia della Slem S.r.l.

Sul sito non vi è alcun richiamo al Decreto legislativo 14/03/2013, N.33 – Agg. D.lgs. 97/2016 – Obblighi di pubblicazione concernenti i servizi erogati.

 Qui di seguito l’ultima lettera inviata ai Comuni e i Comunicati stampa pubblicati anche sui siti istituzionali: www.basilicatanet.itwww.istitutopuglieseconsumo.it   –  tg7basilicata.blogspot.it 

 

Al Sindaco del Comune di BERNALDA

Agli Assessori/Dirigenti di Settore (mensa scolastica, smaltimento rifiuti, ecc. )

 

li 20 dicembre 2017

 

Oggetto: Osservatorio Carta dei Servizi Pubblici di Qualità per applicazione Legge 244/2007 Art. 2 comma 461 e rispetto Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri 27 gennaio 1994 “Princìpi sull’erogazione dei servizi pubblici”.

In riferimento all’Intervento “Qualità dei servizi elargiti, protocolli di intesa con gli enti erogatori legge N.244/2007” MAP 7 Basilicata, finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico e promosso dalla Regione Basilicata, con particolare attenzione agli standard qualitativi dei servizi pubblici locali, la Polidream Unione Consumatori federata Assoutenti e la Federconsumatori Basilicata

PREMESSO CHE

 

  • ad oggi non è pervenuto alcun riscontro alla lettera inviata agli assessori/dirigenti di settore dei diversi servizi pubblici, in data 26 giugno con sollecito il 29 luglio , dove si chiedeva l’applicazione della suddetta normativa L.244/2007 nei bandi di gara in corso e nei successivi, nonché copia delle Carte dei servizi delle diverse aziende appaltatrici, al fine di poterle analizzare e integrare;
  • dallo studio avanzato dall’Osservatorio risulta che il Vs. Ente, non solo ad oggi non ha integrato i bandi e i capitolati  con la L.244/2007, ma non ha neanche adottato la propria Carta dei servizi, nel rispetto della direttiva del 27/01/1994, e che le stesse Aziende appaltatrici ad oggi non hanno una Carta dei servizi

CHIEDONO

–    l’applicazione e il rispetto delle suddette normative, all’interno dei bandi di gara;

  • l’avvio di un tavolo di concertazione tra le parti coinvolte dagli stessi servizi pubblici (dirigenti di settore, aziende erogatrici il servizio e associazioni dei consumatori), per elaborare insieme le “Linee guida per la stesura e l’approvazione delle Carte dei servizi di Qualità” da far adottare alle aziende erogatrici e all’Ente, formulate anche in considerazione delle diverse specificità dei territori e delle diverse esigenze dei cittadini residenti;
  • l’istituzione della Commissione conciliativa utile a garantire l’adeguatezza delle procedure di reclamo, oltre a risolvere lo stesso in via stragiudiziale.

La Carta dei Servizi è uno strumento utile a far conoscere l’Ente e soprattutto i servizi che eroga con lo spirito di avvicinare il Palazzo al Cittadino.

La partecipazione del cittadino alla prestazione del servizio pubblico deve essere sempre garantita, sia per tutelare il diritto alla corretta erogazione del servizio, sia per favorire la collaborazione nei confronti dei soggetti erogatori.

 info@polidream.orgpolidream@messaggipec.it

federconsumatoribasilicata@gmail.comfederconsumatoribasilicata@pec.basilicatanet.it

In attesa di un Vs. celere riscontro, porgiamo distinti saluti.

Il  Presidente Polidream Assoutenti                                                        Il Presidente Federconsumatori

Angela Mannarini                                                                                     Rocco Ligrani

 

POLIDREAM E FEDERCONSUMATORI INSIEME

27.09.2017ore 15:51

 

BAS “Il cittadino lucano protagonista dei servizi pubblici”, oggi è possibile grazie alla nascita dell’Osservatorio Carta Qualità dei servizi Pubblici.
Obiettivo: migliorare la qualità dei servizi pubblici attraverso l’applicazione di una norma, la Legge 244/2007 Art. 2 “comma 461”, che prevede il coinvolgimento delle associazioni dei consumatori e degli stessi utenti.

L’Osservatorio istituito da due Associazioni dei consumatori, la Polidream Assoutenti e la Federconsumatori Basilicata, nell’ambito del progetto “Qualità dei Servizi Pubblici, protocolli di intesa con gli enti erogatori legge 244/2007”, finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico- Programma Generale di Intervento “La Basilicata il cibo e la qualità dei servizi per la tutela del consumatore”, ha individuato 12 Comuni lucani da sottoporre al monitoraggio delle diverse Carte dei Servizi delle Aziende appaltatrici nei diversi settori (rifiuti, refezione scolastica, ecc.).

Qui di seguito i 12 Comuni: Matera, Pisticci, Ferrandina, Montescaglioso, Bernalda, Policoro, Potenza, Lauria, Melfi, Venosa, Rionero in Vulture, Lavello.

I suddetti Comuni sono stati scelti dopo un’attenta indagine intervistando a campione i residenti, che ha fatto emergere la mancata partecipazione degli utenti, fruitori dei servizi pubblici locali, quali raccolta e smaltimento rifiuti e refezione scolastica, oltre alla loro disinformazione sull’esistenza delle Carte dei servizi delle Aziende che attualmente gestiscono gli appalti.

Una prima lettera di informazione del progetto e degli obiettivi previsti è stata inviata ai Sindaci, agli Assessori e ai dirigenti dei diversi settori dei servizi pubblici.

Questo primo contatto istituzionale ha già messo in evidenza il mancato inserimento della Legge 244/2007 nei nuovi bandi di gara in corso e nei contratti di servizio in itinere, oltre alle carenze delle Carte dei Servizi, in primo luogo la mancata concertazione con le associazioni dei consumatori, così come disposto dall’art. 101 del Codice del Consumo (D.L. 206/05) e dallo stesso art. 2 comma 461 L. 244/07 .

I risultati ottenuti verranno inseriti, di volta in volta, nella Banca dati dell’Osservatorio, realizzata mediante specifico programma informatico sui siti www.polidream.org e www.federconsumatoribasilicata.com .

Le azioni progettuali agevoleranno finalmente l’applicazione del suddetto comma 461, che porterà così a ridenominare le Carte dei Servizi esistenti in Carte della Qualità dei Servizi, ma soprattutto ad ottenere servizi pubblici più efficienti e più attenti alle esigenze degli utenti.

In breve, le Carte Qualità saranno riscritte con l’inserimento di importanti novità: il monitoraggio del servizio erogato eseguito dalle associazioni dei consumatori, per assicurarsi che gli standard di qualità previsti dal capitolato di appalto siano rispettati; l’adozione della procedura di conciliazione per la risoluzione delle controversie fra utenti ed aziende, con l’intervento di un conciliatore nominato sempre dalle associazioni dei consumatori.

La Polidream Assoutenti e la Federconsumatori Basilicata sono pronte ad accogliere presso i loro sportelli ogni tipo di segnalazione per il miglioramento dei singoli servizi pubblici locali.

24/11/2017 POLIDREAM E FEDERCONSUMATORI: INSIEME PER SERVIZI PUBBLICI DI QUALITA’

http://tg7basilicata.blogspot.it/2017/09/polidream-e-federconsumatori-insieme.html 1/3

 

POLIDREAM E FEDERCONSUMATORI:

INSIEME PER SERVIZI PUBBLICI DI

QUALITA’

settembre 28, 2017

“Il cittadino lucano protagonista dei servizi pubblici”, oggi è possibile grazie

alla nascita dell’Osservatorio Carta Qualit à dei servizi Pubblici. Obiettivo:

migliorare la qualit à dei servizi pubblici attraverso l’applicazione di una

norma, la Legge 244/2007 Art. 2 “comma 461”, che prevede il

coinvolgimento delle associazioni dei consumatori e degli stessi utenti.

L’Osservatorio istituito da due Associazioni dei consumatori, la Polidream

Assoutenti e la Federconsumatori Basilicata, nell’ambito del progetto “

://tg7basilicata.blogspot.it/2017/09/polidream-e-federconsumatori-insieme.html 1/3

 

22/12/2017 Assoutenti e Federconsumatori: analisi su qualità dei servizi

http://www.basilicatanet.it/basilicatanet/site/Basilicatanet/detail.jsp?otype=1012&id=3037334# 1/1

Assoutenti e Federconsumatori: analisi su qualità dei servizi

21 /1 2/201 7 1 0:38

BAS La Polidream Assoutenti, insieme alla Federconsumatori Basilicata, nell’ambito del

progetto “Qualità dei Servizi Pubblici, protocolli di intesa con gli enti erogatori legge 244/2007 ”,

finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico-Programma Generale di Intervento “La

Basilicata il cibo e la qualità dei servizi per la tutela del consumatore”, ha analizzato la qualità di

2 servizi pubblici erogati, smaltimento rifiuti e refezione scolastica, di 12 Comuni lucani: Matera,

Pisticci, Ferrandina, Montescaglioso, Bernalda, Policoro, Potenza, Lauria, Melfi, Venosa, Rionero

in Vulture, Lavello.

Lo hanno comunicato con una nota le due associazioni.

L’analisi ha messo in evidenza il mancato inserimento della Legge 244/2007 nei nuovi bandi di

gara in corso e nei contratti di servizio in itinere, oltre a non aver adottato le Carte dei Servizi,

con i relativi standard di qualità previsti.

In sostanza si evidenzia la mancata concertazione con le associazioni dei consumatori, così come

disposto dall’art. 1 01 del Codice del Consumo (D.L. 206/05) e dallo stesso art. 2 comma 461 L.

244/07 , rafforzata dalla Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri 27 gennaio 1994

“Princìpi sull’erogazione dei servizi pubblici”, a sua volta modificata e valorizzata dalla Legge n.

27 /2012, all’art. 8, nella quale viene sancita l’efficacia e il valore vincolante delle Carte dei

servizi.

Tali norme, se applicate, andrebbero a realizzare un rapporto più partecipato e collaborativo tra

Pubblica Amministrazione e cittadini.

L’obiettivo dunque dell’Osservatorio è avvicinare il Palazzo al Cittadino, assicurando la

partecipazione degli utenti all’operato dell’Ente, ottenendo servizi di qualità, mirati alla

soddisfazione delle aspettative dei clienti.

Ancora una volta chi emana le leggi è il primo a non rispettarle, e talvolta la causa è anche data

dalla disinformazione presente anche negli stessi uffici amministrativi.

Tra l’altro sono previste anche sanzioni per la mancata osservanza della direttiva; ma,

considerando che le sanzioni devono essere emesse dalla stessa macchina amministrativa, ad

oggi tutto tace.

Per questo ai Comuni coinvolti sono state inviate lettere informative, indirizzate ai Sindaci, agli

assessori, ai dirigenti di settore e alle aziende appaltatrici dei servizi erogati, sulle norme non

rispettate e sulla necessità di avviare al più presto un tavolo di concertazione per ottenere

l’applicazione delle suddette normative, all’interno dei bandi di gara; per elaborare insieme le

“Linee guida per la stesura e l’approvazione delle Carte dei servizi di Qualità” da far adottare alle

aziende erogatrici e all’Ente, formulate anche in considerazione delle diverse specificità dei

territori e delle diverse esigenze dei cittadini residenti; per l’istituzione della Commissione

conciliativa utile a garantire l’adeguatezza delle procedure di reclamo, oltre a risolvere lo stesso

in v ia stragiudiziale”.

La Polidream Assoutenti e la Federconsumatori Basilicata sono pronte ad accogliere presso i

loro sportelli ogni tipo di segnalazione da parte dei cittadini per il miglioramento dei singoli

servizi pubblici locali. “Intanto – chiude la nota – invitiamo i Comuni ad applicare nel più breve

tempo possibile le leggi amiche del cittadino-utente”.

Bas 05

©2010 Basilicatanet

 

 

 

 

Elenco delle attività commerciali convenzionate

Leggi tutto

Consumatori e benessere degli animali

Leggi tutto

Archivio dei bollettini d'informazione

Leggi tutto