ConsUmorismo


img_05_big
 
 

Newsletter

Loading...Loading...


Polidream > Lo sportello del consumatore > Utenze (acqua, luce, gas, tel, TV) > IL FLOP DELLA LIBERALIZZAZIONE DELL’ENERGIA

IL FLOP DELLA LIBERALIZZAZIONE DELL’ENERGIA

Vogliamo farlo un bilancio della pseudo-liberalizzazione dell’energia elettrica e del gas?

Vogliamo dare una risposta sintetica? E’ UN AUTENTICO FLOP!!!

Il primo effetto che gli utenti italiani avrebbero dovuto avvertire è quello del ribasso delle tariffe. Inutile dire che si è visto tutto il contrario, e non solo per gli effetti perversi dell’aumento del prezzo del petrolio. In realtà, sul fronte tariffe nessun nuovo operatore può fare miracoli, poichè il prezzo, sia della luce che del gas, è praticamente intoccabile, sia nelle componenti varie della tariffa, sia a livello fiscale che, come sappiamo, è tutt’altro che indifferente: pensate che il metro cubo di gas esentasse costa circa 0,40 euro,ma con le varie imposte sale alla bellezza di 0,90 euro!

L’altra conseguenza della liberalizzazione sarebbe dovuta essere quella dell’aumento della qualità del servizio: qualcuno si è accorto di un miglioramento del servizio? Oppure le indebite disattivazioni, i black out, le mancate ricezioni di fattura, le bollette indebitamente salate hanno continuato ad imperversare?

Insomma, il bilancio per ora è del tutto negativo, e non si intravedono all’orizzonte correzioni di rotta, onde poter raddrizzare la barra del timone. Anzi, sia il governo che l’opposizione si dichiarano stracontenti della liberalizzazione e la vogliono allargare, allargare, allargare! 

Alla larga da questa liberalizzazione portata anche negli altri settori!

Se si vuole veramente la strada della "vera" liberalizzazione, occorre fare 3 cose, SUBITO:

diminuire drasticamente il carico fiscale sulle bollette;

svincolare la tariffa dai lacci e lacciuoli attuali, in modo che l’operatore possa offrire al mercato un prezzo libero e concorrenziale;

costituire una Consulta Permanente di Controllo del piano di liberalizzazione, con rappresentanti dei consumatori, delle aziende e del governo, presenti in misura paritaria.

Altrimenti continueremo ad avere una liberalizzazione solo di facciata e burocratica, che non farà bene a nessuno! 

Vogliamo farlo un bilancio della pseudo-liberalizzazione dell’energia elettrica e del gas?

Vogliamo dare una risposta sintetica? E’ UN AUTENTICO FLOP!!!

Il primo effetto che gli utenti italiani avrebbero dovuto avvertire è quello del ribasso delle tariffe. Inutile dire che si è visto tutto il contrario, e non solo per gli effetti perversi dell’aumento del prezzo del petrolio. In realtà, sul fronte tariffe nessun nuovo operatore può fare miracoli, poichè il prezzo, sia della luce che del gas, è praticamente intoccabile, sia nelle componenti varie della tariffa, sia a livello fiscale che, come sappiamo, è tutt’altro che indifferente: pensate che il metro cubo di gas esentasse costa circa 0,40 euro,ma con le varie imposte sale alla bellezza di 0,90 euro!

L’altra conseguenza della liberalizzazione sarebbe dovuta essere quella dell’aumento della qualità del servizio: qualcuno si è accorto di un miglioramento del servizio? Oppure le indebite disattivazioni, i black out, le mancate ricezioni di fattura, le bollette indebitamente salate hanno continuato ad imperversare?

Insomma, il bilancio per ora è del tutto negativo, e non si intravedono all’orizzonte correzioni di rotta, onde poter raddrizzare la barra del timone. Anzi, sia il governo che l’opposizione si dichiarano stracontenti della liberalizzazione e la vogliono allargare, allargare, allargare! 

Alla larga da questa liberalizzazione portata anche negli altri settori!

Se si vuole veramente la strada della "vera" liberalizzazione, occorre fare 3 cose, SUBITO:

diminuire drasticamente il carico fiscale sulle bollette;

svincolare la tariffa dai lacci e lacciuoli attuali, in modo che l’operatore possa offrire al mercato un prezzo libero e concorrenziale;

costituire una Consulta Permanente di Controllo del piano di liberalizzazione, con rappresentanti dei consumatori, delle aziende e del governo, presenti in misura paritaria.

Altrimenti continueremo ad avere una liberalizzazione solo di facciata e burocratica, che non farà bene a nessuno! 

 

Elenco delle attività commerciali convenzionate

Leggi tutto

Consumatori e benessere degli animali

Leggi tutto

Archivio dei bollettini d'informazione

Leggi tutto