ConsUmorismo


img_05_big
 
 

Newsletter

Loading...Loading...


Polidream > CONSUMO SOSTENIBILE

CONSUMO SOSTENIBILE

POLIDREAM: A SCUOLA MENU’ VEG

L’anno scolastico è partito non solo col programma didattico, ma anche con il servizio di refezione scolastica.

La Polidream Assoutenti, attenta a migliorare la qualità della vita dei piccoli consumatori, è impegnata ad analizzare i menù di diversi istituti scolastici, che ancora vedono la presenza di dosi in eccesso di proteine animali. Diversi i medici di elevata preparazione scientifica, come Umberto Veronesi, che da tempo incentivano al consumo maggiore di dosi di frutta e verdura, legumi, cereali e farine integrali.

Non a caso anche il Piano Nazionale della Prevenzione e le Linee di Indirizzo nazionale per la Ristorazione Scolastica del Ministero della salute sconsigliano l’abuso di proteine e grassi animali, che nell’alimentazione dei bambini predispongono al rischio di obesità, malattie cardiovascolari, artrite reumatoide, ecc.

A Polignano a Mare, a seguito dell’incontro con la Commissione mensa, la Polidream ha avanzato delle proposte integrative al menù della mensa scolastica degli Istituti Comprensivi “C.D. San Giovanni Bosco” e  l’Istituto Comprensivo “Sarnelli – De Donato – Rodari” presentato dall’azienda Ferrara S.r.l., pur apprezzandone l’impianto generale, al fine di migliorarne l’aspetto salutistico, oltre a soddisfare pienamente le esigenze dell’utenza.

Premesso che la scrivente associazione ha il compito di monitorare gli standards di qualità legati al servizio mensa scolastica, erogato dalla Ditta Ferrara s.r.l., così come richiamato nel Capitolato Speciale di Appalto anno 2015/2018 all’Art. 19, nel rispetto della Legge n. 244/2007 – Art. 2 , comma 461, dopo aver esaminato il menù, ha ritenuto opportuno proporre di inserire i seguenti alimenti di origine vegetalealternandoli ai secondi previsti :

burger di verdura, cotolette di soia, affettati a base di cereali e legumi, frittata o hummus di ceci, fettine di seitan, tofu impanato, ricotta vegetale, wurstel di farro.

Tali alimenti sono validi sostituti della carne, altamente proteici, ricchi di vitamine, con Omega 3, Omega 6 e grassi polinsaturi.

La Ditta Ferrara, nella persona di Francesco Ferrara, si è resa disponibile ad inserire nel menù questi nuovi prodotti, infatti ha interessato la Dietista Dott.ssa Antonella Di Mauro ad interagire con un nutrizionista della Polidream per definire insieme alcuni aspetti legati alla preparazione di tali alimenti.

Ma ovviamente si attende l’approvazione anche del Dirigente Medico del S.I.S.P. di Monopoli.

Molti sono ormai i Comuni italiani, fra cui Milano, Genova, Pavia, Bologna, Novara, che hanno  aperto la mensa scolastica con un menù veg. Sarebbe bello ritrovare nell’elenco anche il Comune di Polignano a Mare, insieme a tanti altri Comuni d’Italia.

“IO CONSUMO SANO E SOSTENIBILE” – Programma Generale d’Intervento 2016 della Regione Puglia “Informo Assisto Tutelo Iat”, realizzato con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello Sviluppo Economico

“Io Consumo Sano e Sostenibile”:

Polidream propone l’indicazione dei pesticidi in etichetta

Difendiamo la nostra salute, il nostro ambiente e l’economia della nostra Regione acquistando a Km zero: questo è l’appello che la Polidream Assoutenti rivolge ai consumatori.

Oggi sono diversi  i consumatori che si avvicinano alla spesa a Km zero, ma ancora tantissimi sono coloro che fanno la spesa nei grandi supermercati.

La Campagna informativa “Io Consumo Sano e Sostenibile” punta a promuovere sempre di più la spesa a Km zero, poiché i prodotti presenti nella grande distribuzione non sempre garantiscono qualità e sicurezza: ad esempio i prodotti dell’orto-frutta imbustati spesso provengono da Paesi esteri che hanno normative meno restrittive sull’utilizzo dei pesticidi, ma anche i prodotti a Km zero potrebbero nascondere delle sorprese.

Per questo la Polidream lancia una petizione rivolta ai nostri parlamentari europei, con l’obiettivo di giungere ad ottenere una norma che obblighi le aziende agro-alimentari, che si affacciano sui nostri mercati, ad inserire in etichetta il tipo di pesticida utilizzato e la sua quantità.

La Regione Puglia sostiene le iniziative tese al raggiungimento di un consumo sostenibile, per questo chiediamo alla stessa di abbracciare questa battaglia, impegnandosi a legiferare a livello regionale, per ottenere l’ingresso in etichetta della presenza o meno di pesticidi dei prodotti a  Km zero.

Tale proposta è nata durante gli incontri informativi e di studio degli operatori di sportello, aventi come obiettivo sviluppare iniziative capillari sul territorio per educare il consumatore ad un nuovo modo di consumare.

È possibile firmare la petizione presso i nostri Sportelli, direttamente sul nostro sito www.polidream.org ,  e in diverse piazze comunali.

In questa iniziativa ci viene in aiuto un rapporto dei relatori speciali dell’Onu per il diritto al cibo, Hilal Elver, e per le sostanze tossiche, Baskut Tuncak, presentato al Consiglio per i Diritti umani delle Nazioni Unite: i pesticidi causano 200.000 morti all’anno nel mondo per avvelenamento acuto. Nel rapporto emerge la richiesta di un nuovo trattato internazionale per regolare ed eliminare progressivamente l’uso di pesticidi pericolosi in agricoltura, muovendosi verso pratiche agricole sostenibili.

 Presso gli sportelli “Salvaspesa” della Polidream sono disponibili brochure informative sugli acquisti sostenibili; qui di seguito alcuni consigli:

– acquistare prodotti possibilmente a Km zero;

– scegliere i prodotti in funzione dell’impatto ambientale;

– acquistare prodotti senza olio di palma e con farine poco raffinate;

– educarsi ad un’alimentazione vegetariana/vegana

– acquistare prodotti che sono strettamente necessari, non farsi attrarre dai prezzi scontati;

non sottoscrivere contratti di telefonia, idrici, energia, assicurativi, bancari, ecc., senza averli prima letti con attenzione, eviterai così tariffe esose e Aziende/Società poco amiche dell’ambiente.

Questi e altri consigli, ma anche news, tra curiosità, cronaca e novità anche sui siti www.polidream.orgwww.istitutopuglieseconsumo.it

 Campagna di informazione “Io consumo sano e sostenibile” – Programma Generale di Intervento 2016 della Regione Puglia “informo, Assisto, Tutelo IAT”, realizzato con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello Sviluppo Economico

 

LA TUA SPESA TI PREOCCUPA?

LO SPORTELLO DEL CONSUMATORE “SALVASPESA” TI AIUTA!

 Campagna di informazione “Io consumo sano e sostenibile” – Programma Generale di Intervento 2016 della Regione Puglia “informo, Assisto, Tutelo IAT”, realizzato con l’utilizzo dei fondi del Ministero delle Attività Produttive

Attualmente il mercato mette a disposizione del consumatore una crescente vastità di prodotti, la cui composizione spesso mette a rischio la salute dell’uomo e dell’ambiente.

Diventa importante ed urgente educarsi ad un consumo sano e sostenibile; la scelta dei prodotti o dei servizi deve avvenire non solo in base al prezzo.

 Prima di acquistare il consumatore deve porsi sempre la domanda: “Ciò che sto per scegliere tutela la mia salute e l’ambiente? Garantisce il rispetto dei diritti di tutti  gli esseri viventi coinvolti?

Con la campagna informativa “Io Consumo Sano e Sostenibile” la Polidream Assoutenti intende sviluppare la cultura della consapevolezza e della responsabilità individuale del consumatore, per giungere a fare acquisti sani e sostenibili.

I consigli per gli acquisti sostenibili:

– acquistare prodotti possibilmente a Km zero;

– scegliere i prodotti in funzione dell’impatto ambientale;

– acquistare prodotti senza olio di palma e con farine poco raffinate;

– educarsi ad un’alimentazione vegetariana/vegana

– acquistare prodotti che sono strettamente necessari, non farsi attrarre dai prezzi scontati;

non sottoscrivere contratti di telefonia, idrici, energia, assicurativi, bancari, ecc., senza averli prima letti con attenzione, eviterai così tariffe esose e Aziende/Società poco amiche dell’ambiente.

Questi e altri consigli, ma anche news, tra curiosità, cronaca e novità sui siti www.polidream.org;  www.istitutopuglieseconsumo.it

 

Polidream lancia la petizione: 50% di energia rinnovabile in bolletta

La Campagna informativa “Io Consumo sano e sostenibile” della Polidream Assoutenti si affaccia anche nel campo energetico.

Attualmente sul mercato tantissime sono le Aziende operanti nel settore energetico, che producono ancora una bassa percentuale di energia da fonti rinnovabili, mettendo così a rischio la salute dell’uomo e dell’ambiente. 

Diventa importante ed urgente educarsi ad un consumo sano e sostenibile anche in questo settore.

“Lo sviluppo sostenibile è quello sviluppo che consente alla generazione presente di soddisfare i propri bisogni senza compromettere la capacità delle future generazioni di soddisfare i propri bisogni.” (Rapporto Brundtland, 1987)

La scelta dell’Azienda  deve avvenire non solo in base al prezzo.

Il consumatore prima di sottoscrivere un contratto deve porsi sempre la domanda: “l’Azienda che sto per scegliere utilizza fonti rinnovabili? E in che percentuale?  

Grazie al Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 31 luglio 2009, l’utente ritrova   tali indicazioni nella bolletta; ma molti sono ancora gli utenti che non sanno bene interpretare tali dati. Pertanto  la Polidream invita i consumatori a portare presso i propri sportelli le proprie bollette per ricevere una consulenza gratuita.

Nello stesso tempo la Polidream intende migliorare tale Decreto, poiché lo stesso pur obbligando le aziende del settore energetico ad inserire nel contratto e in bolletta il tipo di fonte energetica, non le invita a produrre energia rinnovabile in percentuale maggiore rispetto alle altre fonti inquinanti, ovvero carbone, gas, petrolio e nucleare.

L’energia da fonte rinnovabile prodotta da acqua, sole, vento e terra è una soluzione alternativa e concreta al consumo di energia da fonte fossile: si tratta di fonti inesauribili, proprio perché hanno la caratteristica di rinnovarsi continuamente, non emettendo CO2, e quindi di non produrre effetti negativi sull’ambiente, non provocando modifiche al clima, né tantomeno variazioni alla temperatura globale della Terra.

Per questo la Polidream lancia una petizione rivolta ai nostri parlamentari europei e alle Regioni, che ha come obiettivo introdurre nel Decreto l’obbligatorietà per le Aziende di  avere un minimo di 50% di fonti rinnovabili.

 Tale proposta nasce durante l’incontro informativo e di studio degli operatori di sportello del 29 Aprile scorso, avente come obiettivo sviluppare iniziative capillari sul territorio per educare il consumatore ad un nuovo modo di consumare.

 È possibile firmare la petizione presso gli Sportelli “Salvaspesa”, direttamente sul sito www.polidream.org  e in diverse piazze comunali.

 Programma Regionale “informo, Assisto, Tutelo IAT”, realizzato con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello  Sviluppo Economico

POLIDREAM ASSOUTENTI: SI’ AI RIFIUTI ECOSOSTENIBILI

La Polidream Assoutenti, grazie alla Campagna di informazione “Io Consumo sano e Sostenibile”, realizzata con i fondi del Ministero Sviluppo Economico, nell’ambito del Programma Generale d’Intervento della Regione Puglia “informo, Assisto, Tutelo IAT”, rende i cittadini finalmente protagonisti del mercato.

La campagna “Io Consumo sano e Sostenibile” non solo sensibilizza i cittadini sulla necessità di acquistare prodotti sostenibili, con meno imballaggi, e comunque ad acquistare meno per ridurre lo spreco alimentare, ma li fa partecipare a tavoli di confronto con le aziende del territorio, che hanno espresso la volontà di ascoltare le loro esigenze.

Infatti la Polidream Assoutenti, che si occupa del monitoraggio dei servizi pubblici, attraverso una norma amica dei consumatori-utenti che dà voce a chi i servizi li utilizza e li paga, legge Finanziaria 2008 – N. 244/2007 Art. 2 comma 461, recepita dal Comune di Polignano a Mare nei settori dello smaltimento rifiuti e della mensa scolastica, ha realizzato un primo incontro presso la propria sede interregionale, che ha visto interfacciarsi numerosi cittadini con la Teknoservice, l’Azienda che si occupa dello smaltimento rifiuti.
L’incontro non solo ha evidenziato talune lacune del servizio, che sono state ben accolte dall’Azienda, pronta a soddisfare l’esigenza di ognuno, ma ha informato sulla necessità di consumare in modo sostenibile, mettendo in evidenza il connubio che c’è tra l’acquisto di un prodotto e il danno che si arreca all’ambiente.
Ogni cittadino in Italia, neonati compresi, produce circa 1,5 Kg. di rifiuti al giorno: troppi, provenienti dagli acquisti.

I consigli scaturiti:
scegliere i prodotti in funzione dell’impatto ambientale;
acquistare prodotti con meno imballaggi o con imballaggi riutilizzabili;
prediligere i prodotti locali;
non acquistare prodotti che non sono strettamente necessari, solo perché sono scontati, dato che si rischia di buttarli perché scaduti.

Educarsi ad un consumo sano e sostenibile vuol dire in questo caso cercare di ridurre al massimo i rifiuti che si producono nel quotidiano, e lo si può fare avendo un occhio più attento a ciò che si acquista.

La Polidream Assoutenti attraverso i suoi sportelli su www.polidream.org è pronta ad accogliere ogni tipo di segnalazione da parte dei cittadini sui singoli servizi pubblici locali, per il raggiungimento di servizi erogati ecosostenibili.

 

Elenco delle attività commerciali convenzionate

Leggi tutto

Consumatori e benessere degli animali

Leggi tutto

Archivio dei bollettini d'informazione

Leggi tutto