ConsUmorismo


img_05_big
 
 

Newsletter

Loading...Loading...


Polidream > News > IL NUOVO PROGETTO SUL TRASPORTO PUGLIESE

IL NUOVO PROGETTO SUL TRASPORTO PUGLIESE

Dopo "La Puglia è Mobile", ecco il nuovo progetto, "La Puglia che viaggia conciliando", ideato dalla Presidente Regionale, Angela Mannarini, e portato avanti dall’Istituto Pugliese del Consumo-Regione Puglia Settore Commercio.

Gli obiettivi e le modalità di attuazione nell’allegato.

“LA PUGLIA CHE VIAGGIA CONCILIANDO”

La Polidream Assoutenti nel rispetto delle linee guida progettuali presentate dal Ministero delle Attività Produttive, atte a sviluppare azioni in favore dei consumatori pugliesi con il progetto “La Puglia che consuma”, informa l’Assessorato regionale e il Dirigente del Settore Commercio, che la nostra Associazione ha scelto di promuovere interventi nel settore dei trasporti, dato che le Associazioni facenti parte dell’Istituto Pugliese del Consumo hanno manifestato la volontà di promuovere singolarmente progetti settoriali, con l’obiettivo di aumentare il raggio d’azione, garantendo così una globale tutela dei diritti dei consumatori enunciati nel Codice del Consumo.

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Descrizione degli obiettivi del progetto

“La Puglia che viaggia conciliando” vuole essere un proseguimento, necessario, del progetto “La Puglia è Mobile”, sviluppato sempre come “IPC”, e che ha prodotto risultati importanti nel settore dei trasporti pugliese, da ritenersi, però, non certo un traguardo, ma un’ottima partenza per il raggiungimento di una migliore qualità del trasporto urbano ed extraurbano. Prima della presentazione del progetto, in Puglia si scontava una situazione di degrado in tutto il settore dei trasporti: tariffe elevate rispetto alle altre regioni, carte dei servizi non aggiornate, non rispondenti alle esigenze degli utenti, sistema aeroportuale ricco di ben 4 strutture ma privo di servizi e di voli per gli utenti, trasporti urbani su gomma in preda ai soliti problemi di insufficienza di servizi e di traffico impazzito, servizi per disabili completamente assenti, pendolari alle prese con treni sporchi, in ritardo e insicuri, vedi i diversi incidenti ferroviari drammatici accaduti a Crevalcore e a Roccasecca, gli incidenti aerei come quello dell’ATR partito da Bari, e infine ambiente poco tutelato, data la vetustà e il relativo alto tasso di inquinamento dei mezzi circolanti.

In questo quadro certo non lusinghiero si inserivano le azioni dell’IPC, col progetto “ La Puglia è Mobile”. E in 2 anni, con un attento lavoro, atto a monitorare tariffe, servizi ed istanze del mondo dei trasporti pugliese, Polidream Assoutenti è riuscita a “muovere”, è il caso di dirlo, un settore in panne, cogliendo una serie di risultati: è stata finalmente avviata la concertazione fra Assessorato Regionale ai trasporti e associazioni dei consumatori, fino a giungere all’ultimo ”Forum”, con le nostre istanze quasi totalmente recepite. Lo stesso Assessore, assieme agli assessori ai trasporti della Provincia di Bari e del Comune di Bari, le Aziende dei trasporti di Trenitalia, Sud Est, si è impegnato, con la sottoscrizione di una scheda-adesione, a sviluppare azioni a tutela dei diritti dei viaggiatori, come da Codice Unico del Consumo:

– l’applicazione dello stesso Codice durante l’erogazione del servizio;

– la facilitazione dei rapporti tra consumatori, Aziende e istituzioni, mediante un tavolo di concertazione, impegnato al raggiungimento di una migliore qualità della vita;

– la promozione, l’applicazione e la ristesura concertata della Carta dei Servizi;

– l’educazione alla “responsabilità civica”, con azioni fondate sui principi della prevenzione, precauzione e correzione;

– il miglioramento della qualità del trasporto pubblico e privato pugliese, rendendolo sostenibile e adeguato alla domanda dell’utenza;

– la promozione e l’istituzione della Conciliazione, come sistema extragiudiziale di risoluzione delle controversie.

Risultati questi che sposano perfettamente gli obiettivi del progetto “La Puglia che Consuma”; pertanto con il progetto “La Puglia che viaggia conciliando” questi risultati non potranno che moltiplicarsi e allargarsi a macchia d’olio sull’intero territorio regionale, concretizzando soprattutto l’adozione della procedura di conciliazione da parte di tutte le Aziende di Trasporti operanti in Puglia: soltanto così potrà nascere un nuovo modello della mobilità, qualitativamente ed economicamente più rispettoso dei viaggiatori e dell’ambiente.

Descrizione dei servizi da realizzare

Per il raggiungimento dei suddetti obiettivi saranno realizzati i seguenti servizi, tutti previsti nelle linee guida della convenzione riferita al progetto “La Puglia che Consuma”:

– a) miglioramento della condizione informativa dei consumatori viaggiatori circa la conoscenza dei diritti, così come disposti dal D.L. 206/05; promozione dello stesso presso le aziende dei trasporti pugliesi e le istituzioni;

– b) consulenza e assistenza al consumatore viaggiatore per problemi di interesse individuale quando viene compromessa la sicurezza e la qualità del servizio; consulenza preventiva sull’utilizzo dei trasporti pubblici e privati, utile a ridurre i danni all’ambiente e agli interessi economici individuali e dell’intera collettività;

– c) promozione e adozione della procedura di conciliazione come risoluzione delle controversie;

– d) formazione degli addetti al settore sui diritti del viaggiatore presenti nel Codice del Consumo e sulle A.D.R., necessaria ad aumentare e a migliorare il servizio di consulenza e assistenza da dare ai viaggiatori-utenti attraverso gli sportelli, e a migliorare il rapporto tra le aziende e gli utenti;

– e) attività di informazione on line e attraverso gli sportelli, anche mobili;

– f) presentazione delle azioni del progetto e dei risultati che si saranno raggiunti.

Descrizione delle modalità di svolgimento delle attività inserite nel progetto

Per il raggiungimento degli obiettivi del progetto saranno svolte le seguenti attività:

– a) per la promozione e la divulgazione dei diritti dei viaggiatori, così come disposti dal D.L. 206/05, sarà avviata una campagna d’informazione con la realizzazione di un opuscolo-guida, che sarà distribuito attraverso gli sportelli, anche mobili, e pubblicato sul sito web dell’I.P.C.;

– b) per la tutela individuale del viaggiatore pugliese saranno messi a disposizione, per almeno 5 ore settimanali, gli sportelli dell’associazione, anche mobili e con eventuale call center, tramite i propri delegati qualificati e i propri consulenti, che daranno informazioni anche sulla procedura di conciliazione;

– c) per promuovere e divulgare l’adozione della procedura di conciliazione tra le aziende dei trasporti e gli utenti viaggiatori saranno attivati una campagna d’informazione per i consumatori, anche tramite manifesti stradali, e dei tavoli di concertazione per l’adozione di Regolamenti e l’ istituzione di Commissioni Conciliative;

– d) saranno avviati corsi di formazione sulla procedura di conciliazione, rivolti ai delegati delle associazioni dei consumatori e agli operatori delle aziende dei trasporti;

– e) pubblicazione sul sito web dell’I.P.C., e divulgazione attraverso apposito gazebo informativo per un giorno al mese, di notizie sul mondo del trasporto pugliese e sulle attività dell’I.P.C.;

– f) sarà realizzato un convegno che coinvolgerà utenti, aziende dei trasporti e istituzioni per elencare i risultati raggiunti e concordare insieme i passi successivi da intraprendere per attivare azioni preventive, necessarie alla risoluzione delle problematiche che da sempre affliggono l’intero sistema del trasporto pubblico.

IL PRESIDENTE REGIONALE

Angela Mannarini

 

Elenco delle attività commerciali convenzionate

Leggi tutto

Consumatori e benessere degli animali

Leggi tutto

Archivio dei bollettini d'informazione

Leggi tutto